Le rinopatie vasomotorie aspecifiche(non allergiche) nella loro forma pura sono caratterizzate da una anamnesi allergica personale negativa, da un PRIST(IgE totali:mediante un prelievo di sangue misura la quantità totale di anticorpi delle allergie ovvero le IgE) e RAST(IgE specifiche:analogamente misura la quantità totale di anticorpi per ogni singola sostanza testata,inalanti, alimenti, farmaci ) negativo e da [...]

24
aprile
2013

Le rinopatie vasomotorie aspecifiche(non allergiche) nella loro forma pura sono caratterizzate da una anamnesi allergica personale negativa, da un PRIST(IgE totali:mediante un prelievo di sangue misura la quantità totale di anticorpi delle allergie ovvero le IgE) e RAST(IgE specifiche:analogamente misura la quantità totale di anticorpi per ogni singola sostanza testata,inalanti, alimenti, farmaci ) negativo e da un PRICK TEST(meglio conosciuto come prove allergiche cutanee) negativo. L’esame citologico nasale(analisi al microscopio  di un campione di secreto nasale dopo opportuna colorazione istologica) , meglio se eseguito con tecnica di lavaggio nasale o di scraping( lieve raschiamento della mucosa nasale  tramite particolari spatole di materiale plastico detti Rhinoprobe) è indispensabile  per la valutazione della cellularità nasale e quindi  per la diagnosi delle forme rinopatiche aspecifiche a  cellularità(NARES, NARMA, NARNE, :NARESMA:vedi articolo precedente “inquadramento e classificazione” del 10 aprile 2013).

In particolare: la NARES(rinite non allergica a predominanza di eosinofili) può insorgere a qualsiasi età, colpisce il 5-10% della popolazione generale,manifesta un evidente carattere familiare della patologia, presenta una sintomatologia simile alla forma allergica ma più intensa; l’anamnesi personale è negativa per allergia, PRIST, RAST e PRICK test sono negativi,eosinofilia spiccata nel secreto nasale(50-70%) e spesso eosinofilia ematica, frequente sovrapposizione con rinosinusite polipoide, sensibilità ad acido acetilsalicilico(ASA) e asma(triade di Widal), il 30% dei pazienti NARES è allergico; reattività aspecifica in concomitanza a sbalzi di temperatura, aria fredda, odori intensi, fumo di sigaretta. Gli eosinofili si riscontrano anche nell’infiltrato cellulare dei pazienti allergici ma la loro quota percentuale non equiparerà mai quella riscontrata nei pazienti NARES.

La NARMA(rinite non allergica a predominanza mastocitaria)  presenta una anamnesi personale negativa per allergia così come negativi sono PRIST; RAST E PRICK test; è meno frequente rispetto alla NARES della quale condivide il quadro clinico-sintomatologico molto intenso ed anch’essa, come quest’ultima, può associarsi alla triade di Widal ( asma, poliposi nasale, ASA-sensibilità)

La NARESMA(rinite non allergica a predominanza eosinofilo-mastocitaria) è una nuova entità a sè stante: al rinocitogramma sono presenti eosinofili e mastociti. E’ la forma più grave e si caratterizza per la frequente associazione con asma bronchiale, poliposi nasale, ASA-sensibilità ed intolleranza ai FANS, sindrome rinosinusobronchiale.

La NARNE(rinite non allergica a predominanza neutrofila) rappresenta la forma vasomotoria più frequente e l’aumentata incidenza di questa rinopatia è legata ad una aggressione fisico-chimica della mucosa; ne sono più colpiti infatti i lavoratori dell’industria, dell’artigianato ed i forti fumatori(rinite irritativa). Si associa a fibrosi cistica e polipo antrocoanale, e come  nelle altre forme non allergiche  PRIST, RAST e PRICK test sono negativi come d’altronde l’anamnesi del paziente. Caratteristica la citologia nasale, con presenza di neutrofili senza accompagnamento di batteri(a differenza delle riniti infettive).

Va da sè che nelle rinopatie vasomotorie specifiche(allergiche)  PRIST, RAST e PRICK test sono positivi così come positiva è l’anamnesi allergica personale.